Spiamo benissimo che la bella tettona Ursula Cavalcanti e una troia scatenata che non pensa ad altro che a fottere. Trovandosi sul treno, muore dalla voglia di trombare e dopo aversi masturbato la figa bagnata, incontra tre militari arrapati che la riempono tutti i buchi con i cazzi grossi. Abile pompinara, la troia succhia a turno le aste grosse e dopo svariate scopate nella figa pelosa, gode inculate selvagge e alla fine si lascia riempire il viso e la bocca con sperma calda.