La bella figona mora della Venere Bianca non sa resistere al fascino di uno sceicco che dopo aver brindato con lei gli infila le mani nella larga sorca pelosa per leccarla e poi infilarci il suo uccello